Il trattamento della paglia con BioBANG® : risultati nell’impianto biogas polacco

Vi ricordate? A ottobre sul nostro sito web e sui nostri canali social è stato pubblicato l’articolo dove abbiamo raccontato l’installazione e l’avviamento di un nuovo BioBANG® presso l’impianto biogas dell’azienda agricola “DMG. SP. Z.o.o.“, in Polonia.
Leggi l’articolo completo »

Continuate la lettura per conoscere l’esperienza concreta che il nostro cliente sta avendo in Polonia e del miglioramento delle sue performance, in particolare nella gestione idraulica e nella resa produttiva della paglia.

Il più grande BioBANG® mai realizzato per una tecnologia biogas

La macchina installata è stata una delle più grosse che abbiamo mai realizzato ed avviato su un impianto biogas o biometano fino ad ora. 5 tonnellate per circa 2 m. d’altezza e 3 m. di lunghezza.

Fig. 1BioBANG® terminato e pronto per essere trasportato in Polonia.

Si è trattato della fornitura di un BioBANG® con capacità di 12 m³/h, per conseguire un progetto molto ambizioso: realizzare una linea di trattamento efficiente ed efficace per alimentare l’impianto solo con paglia e liquame alimentare al 7% di TS, ottimizzando le miscelazioni, la concentrazione di solido nei digestori e la resa in gas dalle fibre difficili.

Un innovativo metodo di pretrattamento

Per raggiungere questo obiettivo è stata realizzata una linea di carico “speciale” per la paglia, costituita da 2 fasi principali:

  • Fase 1: caricamento e affinamento della paglia (non di nostra fornitura): Sballatore, tramoggia di carico, disgregatore meccanico per ridurre la lunghezza delle fibre;
  • Fase 2: miscelazione e pretrattamento della paglia (di nostra fornitura): sistema di premiscelazione per miscelare la paglia col liquame alimentare e BioBANG® al carico per disgregare ed omogeneizzare il prodotto miscelato prima di essere caricato nel digestore.

Fig. 2 – Linea di carico installata sull’impianto biogas di DMG Sp. Z.o.o – partendo dal fondo: tramoggia di carico, disgregatore meccanico, pre-miscelatore e BioBANG®.

Con questa linea di carico, il cliente riesce a superare uno degli ostacoli principali relativo al caricamento di biomasse molto fibrose come la paglia: la diluizione col liquido. BioBANG® grazie all’effetto di disgregazione garantito dalla cavitazione, libera il liquido contenuto nelle fibre, permettendo di ottimizzare il rapporto liquido/solido e avere un prodotto più concentrato all’interno dei digestori.

Primi risultati dopo un mese dall’avviamento

Viscosità della biomassa cavitata

Dopo un mese dall’avviamento il cliente ha già potuto notare e ci ha riportato i primi effetti ottenuti grazie alla cavitazione controllata della nostra tecnologia innovativa BioBANG®, soprattutto in termini di riduzione della viscosità, disgregazione della fibra, omogeneità del prodotto nei digestori. Ha inoltre potuto notare i primi risultati sull’aumento della resa in gas dalla paglia (anche se non si è ancora superato il tempo totale di ritenzione dell’impianto).

In particolare, si è rilevata una riduzione significativa della viscosità e il miglioramento dell’omogeneità che il prodotto cavitato ha mostrato una volta caricato nei digestori. Nonostante il cambio di dieta estremo e l’utilizzo di una biomassa molto difficile, il cliente non ha mai notato la formazione di floating layers o croste sulla superficie dei digestori, ma, al contrario, il prodotto si è mostrato sempre uniformemente omogeneo. Tutto ciò ha permesso all’impianto biogas di ottimizzare il consumo energetico, i volumi dei digestori e il tempo di lavoro di miscelatori e sistemi di pompaggio.

Fig. 3 – Campionamento del prodotto in uscita da BioBANG®, in cui si vede una significativa riduzione della viscosità.

Fig. 4 – Rapporto solido/liquido: effetto visivo che mostra l’omogeneità del campione cavitato in uscita da BioBANG®.

Disgregazione della biomassa cavitata

Il secondo effetto della cavitazione comprovato dal cliente è la lunghezza delle fibre di paglia in uscita da BioBANG®. Ha difatti evidenziato una notevole riduzione della dimensione delle particelle di fibra, che significa un aumento della superficie di contatto per i batteri con una riduzione del tempo di ritenzione della fibra. La combinazione di questi elementi porterà a una crescita della produzione specifica di gas dalla paglia nei tempi di ritenzione “standard” dell’impianto.

Fig. 5 – Effetto della disgregazione della cavitazione sulla dimensione e la lunghezza delle fibre di paglia dopo trattamento con BioBANG®.

Un nuovo caso di successo per il trattamento delle biomasse di scarto

Con questa nuova installazione, BioBANG® ha potuto estendere la propria esperienza sul pretrattamento delle biomasse di scarto evidenziando come il suo intervento porta all’ottimizzazione della gestione idraulica, degli autoconsumi energetici e della produzione di gas negli impianti biogas e biometano.

Dopo gli importanti risultati ottenuti sugli impianti del nostro cliente inglese “Farm Renewables“, questa esperienza ci ha permesso di capire in modo più approfondito la strada corretta per valorizzare in modo efficiente i sottoprodotti e le materie prime di scarto per la digestione anaerobica. Utilizzare un sistema di pretrattamento efficace come BioBANG® permette di caricare nei digestori un prodotto altamente concentrato, riducendo al massimo le diluizioni. Ciò permette all’impianto biogas di produrre energia senza avere problemi legati alla formazione di floating layers, agli elevati consumi energetici per la miscelazione e ai bassi tempi di ritenzione dell’impianto che normalmente non garantiscono un uso efficiente di queste biomasse.

Scroll Up